SEDE PROVINCIALE DI GENOVA 
Via XX Settembre 19/14 sc. B 
16121 GENOVA 
Tel. 010 589082  

ANATOCISMO BANCARIO – RASSEGNA STAMPA

Banche. Il provvedimento dell’Antitrust

Non sanzionabile l’anatocismo applicato fino a settembre 2016

L’Antitrust ha comunicato (si veda «Il Sole 24 Ore» del 18 novembre) di aver sanzionato tre banche per pratiche commerciali scorrette nell’acquisizione, da clienti consumatori, di autorizzazioni preventive all’addebito degli interessi esigibili. Ma non per aver applicato l’anatocismo dal 2014 fino al 30 settembre 2016, prima quindi dell’entrata in vigore (1° ottobre dello stesso anno) delle disposizioni attuative dell’articolo 120, comma 2, del Tub, emanate il 3 agosto 2016 con decreto del ministero dell’Economia per conto del Cicr. Entrambi i comportamenti sono stati oggetto dei procedimenti istruttori attivati dall’Agcm (Autorità garante della concorrenza e del mercato), anche se il comunicato stampa dell’Antitrust diffuso il 17 novembre si limita ad illustrare le motivazioni delle sanzioni comminate.
Considerato che l’anatocismo bancario (vale a dire il calcolo degli interessi sugli interessi da parte delle banche) è possibile dal 1° ottobre 2016 soltanto se il cliente autorizza preventivamente l’addebito annuale in conto degli interessi (esigibili il 1° marzo dell’anno successivo), alle banche è stata addebitata una condotta scorretta, in base agli articoli 24 e 25 del Codice del consumo, nell’acquisire le autorizzazioni preventive, in quanto finalizzata a limitare la libertà di scelta del consumatore. Di fatto, presentando il rilascio dell’autorizzazione come modus operandi ordinario e attuando comportamenti coercitivi in svariati modi, dalle pressioni alla firma di moduli personalizzati privi di opzioni, fino alla predisposizione di pop-up internet vincolanti. Oppure, enfatizzando il rischio di segnalazioni ai sistemi di informazioni creditizie, ma omettendo di informare i clienti che l’addebito in conto degli interessi, in caso di sconfinamento o scoperture, comporta di solito l’applicazione di peggiori condizioni economiche, come la commissione di istruttoria veloce e un maggior tasso debitore extra-fido.
Per l’istruttoria l’Agcm ha richiesto anche il parere all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, la quale, valutando le specifiche modalità utilizzate tramite internet per l’acquisizione dei consensi, ha convenuto trattarsi di uno strumento idoneo ad influenzare significativamente la pratica scorretta.
Come precisato nei tre provvedimenti (PS10790, PS10791 e PS10792), l’Agcm ha chiesto il parere di Banca d’Italia con riferimento alla capitalizzazione degli interessi debitori effettuata dalle banche dal 2014 fino al settembre 2016. L’Autorità di via Nazionale, nel parere rilasciato il 19 ottobre, ha precisato che gli intermediari erano tenuti ad applicare il divieto di anatocismo, al più tardi, con riferimento agli interessi maturati a partire dal 1° ottobre 2016. Ha inoltre sottolineato come nel valutare la condotta posta in essere dagli intermediari si debba considerare la complessità del quadro normativo di riferimento, l’eterogeneità delle posizioni assunte anche dalla giurisprudenza e le concrete difficoltà applicative della norma in assenza delle previste disposizioni attuative. Tali motivazioni sono state fatte proprie dall’Antitrust che, per tale comportamento indagato, ha riconosciuto che l’addebito di interessi anatocistici fino al 30 settembre 2016 non costituisce una pratica commerciale scorretta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Adriano Melchiori

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie
  • FERIE 2020

    FERIE 2020

    LA SEDE RESTERA’ CHIUSA PER FERIE DAL 01 AGOSTO AL 31 AGOSTO 2020 SI POTRA’ ACCEDERE DAL 01 SETTEMBRE 2020… Continua »
  • AVVISO

    AVVISO

    ALLA SEDE SI PUO’ ACCEDERE SOLO PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONANDO AL N. 010589082 DAL LUNEDI’ AL GIOVEDI’ DALLE ORE 10,00 ALLE… Continua »
  • RASSEGNA STAMPA

    RASSEGNA STAMPA

    Legge di Bilancio. Ultime votazioni al Senato per il via libera della Commssione – Arriva Fondo da 50 milioni in… Continua »
  • CASSAZIONE – SUPERCONDOMINIO

    CASSAZIONE – SUPERCONDOMINIO

    Cassazione: non serve l’approvazione dell’assemblea per la nascita del supercondominio Se più condomini hanno alcune cose in comune il supercondominio… Continua »
  • REDDITO D’INCLUSIONE – RASSEGNA STAMPA

    REDDITO D’INCLUSIONE – RASSEGNA STAMPA

    Chiarimenti per il Reddito d’inclusione Con il messaggio n. 4636/17, pubblicato ieri, l’Inps ha fornito le prime indicazioni sulle specifiche… Continua »
Dove Siamo